CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

La stampa 3D è il futuro del settore alimentare? Arriva il pollo fritto stampato

La stampa 3D è il futuro del settore alimentare? Arriva il pollo fritto stampato

La stampa 3D continua a sorprenderci: in un futuro molto prossimo il cibo sarà stampato. La prima grande catena di fast food a sperimentare il cibo creato in laboratorio è KFC. Famosa per i suoi bocconcini di pollo fritti serviti all’interno di secchielli di cartone, la catena Kentucky Fried Chicken vuole provare ad abbandonare la carne “vera”.

stampa3d

La ricetta del fried chicken di KFC è segreta dal 1940, ma l’ingrediente principale sta per cambiare completamente. Non è la prima volta che la catena statunitense dichiara apertamente il proprio interesse per la carna creata in laboratorio, ma ora sembra tutto vero. L’azienda ha stipulato un accordo con 3D Bioprinting Solutions, un laboratorio russo che si occupa della stampa 3D di tessuti organici. Attraverso la bioingegneria, l’azienda russa è riuscita a stampare crocchette di pollo artificiali partendo da proteine animali create in laboratorio. Le proteine vengono trattate con processi chimici che creano carne di pollo sintetico. Un processo veramente incredibile attraverso cui le alette vengono stampate con tanto di panatura e spezie.

Come ormai sappiamo, le stampanti 3D si basano su un processo di produzione additivo: solitamente materiali plastici vengono fusi e poi solidificati, aggiungendo materiale all’oggetto finale. Siamo abituati a sentir parlare di resine, filamenti o polveri, ma le nuove stampanti 3D possono sfruttare materiali commestibili, alimenti, che vengono ridotti a un impasto. Esistono varie tipologie di stampanti 3D alimentari e solitamente si basano sull’uso di ingredienti freschi impastati fino a raggiungere la giusta consistenza per essere introdotti nella stampante. Negli ultimi anni però, in concomitanza con la sperimentazione della produzione di carne artificiale, sono stati ideati nuovi materiali, creati in laboratori, che sembrano essere cibo vero di origine animale, ma di fatto sono tutt’altro.

KFC già presenta nel proprio menu una soluzione alternativa delle sue famose coscette di pollo fritte: la Beyond Fried Chicken. Si tratta di una soluzione completamente vegana, come il Beyond Burger, per tutti coloro che vogliono assaporare il gusto della carne senza sensi di colpa nei confronti degli animali e dell’ambiente. I nuggets stampati in 3D hanno bisogno ancora di alcuni mesi per essere perfezionati, ma una volta che saranno sul menu di KFC, anch’essi saranno un’ottima alternativa etica al consumo di carne animale.

Già nel 2017, alcuni chef di fama mondiale avevano sperimentato l’apertura di un ristorante pop up, quindi temporaneo e itinerante, con un menu interamente stampato in 3D. Nel caso di Food Ink, il ristorante sopracitato, proprio tutto era prodotto attraverso la manifattura additiva: le posate, i piatti, i bicchieri, le sedie e naturalmente anche il cibo, dall’ingrediente principale ai vari elementi decorativi. Quello di KFC non è il primo caso dell’uso della stampa 3D nella ristorazione, ma sicuramente è il primo nella categoria fast food e rende sempre più vicino quello che potrebbe essere il futuro dell’alimentazione.

Ancora una volta la stampa 3D non solo si mette a servizio dell’uomo, ma anche dell’ambiente. La carne artificiale, creata in laboratorio consentirà di ridurre gli allevamenti intensivi, il maltrattamento di animali e il consumo esagerato di acqua e terreno. Adottare metodi alternativi per la produzione e la riduzione del consumo di carne farà bene sia all’uomo che all’ambiente: un impegno non indifferente che speriamo faccia da apri-fila a tante altre catene di ristoranti.

Per rimanere aggiornato sulle applicazioni più curiose della stampa 3D, continua a seguirci leggendo gli articoli nella sezione News del nostro sito. Se il 3D printing ti intriga e vorresti sapere come utilizzarlo nella vostra azienda o per dare vita agli oggetti più disparati, contattate il team di NOA3D, sarà felice di organizzare una consulenza personalizzata: chiama il +39 345 682 9003 o manda una mail a info@noa.it. Per sapere quali stampanti sono disponibili da New Office Automation, visita questa pagina.

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003
By | 2020-07-29T16:06:40+02:00 mercoledì 29 Luglio 2020|News|Commenti disabilitati su La stampa 3D è il futuro del settore alimentare? Arriva il pollo fritto stampato