CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

NOA 3D presenta al BI-MU le reali potenzialità della stampa 3D

NOA 3D presenta al BI-MU le reali potenzialità della stampa 3D

Dal 9 al 13 ottobre a Fieramilano si è svolta la 31^ edizione del BI-MU, la più importante manifestazione italiana dedicata all’industria costruttrice di macchine utensili a asportazione e deformazione, robot, automazione, digital manufacturing, tecnologie ausiliarie e abilitanti. Una mostra di settore di respiro internazionale, che racconta la contaminazione tra il mondo dei sistemi di produzione e le tecnologie digitali prestando particolare attenzione ai trend del mercato e ai modelli produttivi generati dalla quarta rivoluzione industriale. Tra gli espositori italiani NOA 3D, Business Unit di NOA – New Office Automation. Nella cornice di una più ampia crescita, dettata dalla volontà di venire incontro alla esigenze di clienti sempre più interessati all’addictive manufacturing come formula produttiva e alle varie tecnologie della stampa 3D che NOA 3D propone, la partecipazione alla BI-MU segna per NOA 3D un importante allargamento commerciale nel settore 3D a livello nazionale.

La partnership con XYZ

La manifestazione è stata strategica per Noa 3D per annunciare al pubblico la partnership tra NOA 3D e XYZ Printing, azienda leader globale tra i maggiori produttori di stampanti 3D desktop che, con questo accordo, comincia a commercializzare per la prima volta in Italia i suoi prodotti. Tra i leader nel settore della stampa 2D dal 2015, XYZ vanta il sostegno del New Kinpo Group, produttore di molte delle stampanti personali e commerciali in uso attualmente, con quasi vent’anni di esperienza nel settore. Per XYZ, l’Italia è il secondo mercato in Europa su cui si punta, dopo quello tedesco, ed è considerato il posizionamento ideale per via del gran numero di piccole e medie imprese che necessitano di essere indirizzate verso soluzioni efficienti e dai costi accessibili.

L’incontro

Giovedì 11 ottobre, presso l’arena BI-MUpiù Additive, si è tenuto l’incontro “NOA 3D porta in Italia le nuove soluzioni di produzione additiva di XYZ Printing. Dalla piccola alla grande azienda: 3 casi di studio”. L’intervento si inserisce nel contesto più generale di BI-MU e dei suoi appuntamenti con i case study e case history più interessanti nel settore imprenditoriale italiano del comparto. Relatori dello speak di Noa 3D: Michele Marchesan, Senior Vice President di XYZ Printing,  Gabriele Motta, 3D Training and Specialist di NOA e  Antonio Guffanti, Sale Director di NOA 3D.

 

 

I case history

I case history presentati da Gabriele Motta, 3D Training and Specialist di NOA, consentono di capire meglio le potenzialità reali delle nuove tecnologie di stampa 3D. Nel primo di essi, relativo a Pedretti Progettazioni (studio specializzato nella progettazione di stampi, che poteva già contare sulla conoscenza di diverse tipologie di CAD 3D), il know-how acquisito con l’aiuto di NOA ha portato allo sviluppo di un brevetto per le ruote dei letti ospedalieri e alla produzione, a costi ridotti, di maniglie decorative realizzate mediante la fusione a cera persa a partire da uno stampo siliconico. Il secondo caso di studio riguarda Ae.Cas, azienda lombarda nata nel 1979 e specializzata nella progettazione di elettrovalvole e bobine. Grazie alla consulenza di NOA è stato possibile trovare nuove materie prime da utilizzare e velocizzare il processo mediante la stereolitografia ad alta temperatura. Il risparmio in termini di tempi e costi ha anche permesso di realizzare posaggi personalizzati. L’ultimo caso è quello di Dell’Orto S.p.A., azienda d’eccellenza attiva dal 1933 nella produzione di centraline elettroniche e carburatori. L’uso della stampa 3D ha consentito di migliorare le prove dimensionali, la produzione di prototipi in resina e la produzione di attrezzature di montaggio per prove di mascheraggio.

I commenti

“Il mercato italiano per noi è uno dei mercati più interessanti – ha affermato Michele Marchesan, Senior Vice President di XYZ Printing – ci aspettiamo molto: uno perché abbiamo un partner d’eccellenza, ma anche perché il mercato italiano è molto attivo nell’applicare la tecnologia 3D”. Riferendosi poi alla partnership con NOA 3D, ha aggiunto: “La nostra scelta di collaborare con NOA 3D è stata dettata da due fattori: da un lato il fatto che l’azienda è molto seria, ha un’ottima immagine di fronte ai clienti, dall’altra hanno una capacità tecnica già sviluppata perché trattano la stampa in 3D già da molti anni, per cui siamo riusciti a trovare un interlocutore tecnico che ci ha capito subito.”

“Per quanto riguarda i clienti – dice invece Antonio Guffanti, Sale Director di NOA 3D – è chiaro che in Italia il 94% sono piccole e medie imprese, quindi anche la loro capacità finanziaria non permette di avere macchine estremamente costose e complicate. Il nostro indirizzo è quello di soddisfare questa piccola e media impresa, ma con l’avvento di queste macchine di XYZ a livello industriale siamo in grado di servire i service, cioè aziende che oggi hanno macchine più performanti e costose.”

Per avere maggiori informazioni sul mondo della tecnologia della stampa 3D e valutare insieme a noi il vantaggio competitivo che potrebbe portare alla tua azienda il noleggio o l’acquisto di una stampante 3D XYZ Printing, puoi visitare la  sezione 3D del nostro sito per scoprire tutti i modelli della nuova gamma di  stampanti;  se desideri una consulenza personalizzata i nostri specialisti sono pronti a rispondere, chiama lo +02 66 169 324  o scrivici a info@noa3d.it.

By | 2018-10-15T12:33:36+00:00 lunedì 15 ottobre 2018|News|Commenti disabilitati su NOA 3D presenta al BI-MU le reali potenzialità della stampa 3D