CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

Mettiamo ko locky il virus informatico più insidioso

Mettiamo ko locky il virus informatico più insidioso

Torna in Europa il Ransomware «Locky», il virus informatico più insidioso. Ecco come difendersi dai suoi attacchi.

Il malware Locky torna a intaccare la tranquillità per i nostri dati in azienda. Per gli esperti di sicurezza informatica è uno dei virus più pericolosi in circolazione e ha già infestato mezzo milione di utenti. Purtroppo sta continuando a diffondersi, e dagli inizi del 2016 ha raggiunto il record per il numero di vittime infettate nel mondo. Locky agisce sempre allo stesso modo, attraverso una email con un allegato in Word o Excel apparentemente innocuo: il messaggio invita ad attivare le Macro per aprire l’allegato (una falsa ricevuta di pagamento), ma questa attivazione serve solo a caricare e poi eseguire il malware.

Vedendo l’email si potrebbe pensare che il messaggio non sia un virus, poiché l’indirizzo del mittente appartiene allo stesso dominio di posta elettronica del destinatario, ma non fatevi ingannare: l’esecuzione del Ransomware provoca immediatamente il criptaggio dei dati e la rinomina di tutti i file con l’estensione .locky, con tutti i danni che porta con sé. Come se non bastasse, appare poi sullo schermo una finestra di dialogo che invita a versare denaro affinché il cybercriminale decripti i file infettati.

Purtroppo, nonostante ogni precauzione e avvertimenti Locky sa come diffondersi e il tasso di blocco attraverso gateway anti-spam spesso è molto debole.

E allora, come difendervi da Locky?

Valgono le regole d’oro per evitare ogni virus:

  • Non aprire mai allegati ricevuti da un messaggio di posta sconosciuto o non richiesto.
  • Utilizzare chiavette USb e hard Disk esterni disattivando la funzione auto play.
  • Disattivare l’esecuzione automatica delle macro nei programmi Office.
  • Mantenere aggiornati il sistema operativo e l’antivirus di tutte le postazioni di lavoro.
  • Eseguire backup frequenti dei sistemi e dei dati dal server ma anche da PC portatili itineranti.

Ops, avete cliccato sul link e saricato un Locky?

Ecco un link molto utile che guida alla rimozione di Locky utilizzando il Rispristino di Sistema http://rimozione-malware.com/malwares/locky-virus/ . In ogni caso, se avete scaricato inavvertitamente un Locky, vi suggeriamo di:

  • Spegnere immediatamente il vostro computer.
  • Scollegatelo dalla rete per bloccare il lavoro del parassita e la sua diffusione sulla rete o ai vostri contatti di posta elettronica.
  • Cercate ed eliminate tutti i messaggi simili dalle caselle di posta di tutti gli utenti collegati alla vostra rete.
  • Procedete a una reinstallazione completa della postazione infettata e al ripristino dei file partendo da un backup sano.

Per segnalare un attacco cybercriminale o un estorsione Rivolgetevi alla POLIZIA POSTALE attraverso il Commissariato di P.S. online, servizio “Denuncia via web di reati telematici”: https://www.commissariatodips.it/

E se volete difendervi da LOCKY ed essere certi dell’efficacia del vostro dispositivo di salvataggio?

Chiedete un check up ai nostri esperti in cybersecurity. Basterà solo mezz’ora per sapere come evitare virus che infettano la rete, proteggere al meglio i vostri dati aziendali e recuperare serenità nelle vostre postazioni di lavoro.

By | 2017-05-19T17:30:06+00:00 venerdì 19 maggio 2017|News|Commenti disabilitati su Mettiamo ko locky il virus informatico più insidioso