CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

LinkendIn introduce nuovi strumenti per lo smartworking

LinkendIn introduce nuovi strumenti per lo smartworking

Grazie allo sviluppo di nuove funzioni di ricerca, cercare lavoro su LinkedIn sarà un obiettivo più facile da raggiungere. Con questo social network è infatti possibile visualizzare solamente le offerte relative a lavori che si svolgono da remoto, e alcune nuove funzionalità sapranno aiutare gli utenti a calcolare il salario corretto in base alle proprie competenze. LinkedIn, insomma, vuole assicurarsi che i suoi utenti dispongano degli strumenti necessari per trovare il lavoro adatto a loro e che soddisfi le loro esigenze.

Nell’era del lavoro 4.0 sono sempre più numerosi i professionisti alla ricerca di orari flessibili e che quindi puntano al raggiungimento del giusto equilibrio tra lavoro e vita privata. Quanto emerso da un recente sondaggio svolto in America, mostra come quasi la metà (43%) dei professionisti negli Stati Uniti ha trascorso del tempo lavorando da remoto lo scorso anno. Per questo motivo, LinkedIn ha voluto creare una feature che rendesse più facile cercare e trovare tutte quelle offerte di lavoro che non richiedano la presenza in ufficio. Sarà inoltre possibile visualizzare i dettagli della posizione lavorativa, salvare le offerte di maggiore interesse e vedere tutte le informazioni più importanti – come la dimensione dell’azienda, quanti candidati ci sono e chi all’interno del proprio network può aiutare l’utente a candidarsi per una posizione specifica.

Gli effetti prodotti dallo smart working secondo Federmanager – Cida saranno nuove economie di scala per le aziende e minori costi per la collettività.
“Se le aziende e gli enti pubblici italiani facessero ricorso al telelavoro in percentuale analoga alla media europea, i risparmi sarebbero nell’ordine di 4 miliardi di euro” afferma Guelfo Tagliavini, coordinatore nazionale della Commissione Industria 4.0 di Federmanager. “Lo smart work non è semplicemente uno strumento che consente di conciliare meglio i tempi di lavoro con le esigenze personali e familiari, ma è una modalità organizzativa per migliorare la produttività aziendale”.
Il “lavoro agile” dovrebbe, dunque, essere adottato senza differenziazioni come una modalità di lavoro che interessa tutte le categorie di lavoratori, da quelli apicali a quelli meno qualificati.

NOA – New Office Automation si presenta sul mercato come innovatrice, avendo già adottato il concetto di Digital Workplace, ovvero un ecosistema di innovazioni che consente agli operatori di lavorare in mobilità, di interfacciarsi e integrare in modo immediato le tecnologie che collegano gli uffici ai propri strumenti di lavoro. L’effetto ottenuto è quello di un flusso di lavoro più smart e interattivo. L’applicazione di questo coordinamento di tecniche nei propri spazi aziendali consente di facilitare e migliorare importanti aspetti della quotidianità lavorativa, primo fra tutti la comunicazione ottimale e il coinvolgimento di tutte le figure dell’azienda, in modo da generare maggior produttività.
Per questi motivi NOA è presente sulla piattaforma LinkedIn, per comunicare in maniera diretta e coinvolgente con i professionisti del proprio settore e non solo.

Ultimamente abbiamo voluto condividere col pubblico l’orgogliosa partnership stipulata con XYZprinting e la partecipazione alla prestigiosa fiera Bi-Mu. Inoltre, mostriamo puntualmente la nostra gamma di prodotti e le ultimissime novità, come la stampante per le arti grafiche Richo C7200SX.
Per restare connessi e aggiornati riguardo tutte le novità aziendali, visita il nostro profilo social!

By | 2018-12-04T12:20:39+00:00 giovedì 22 novembre 2018|News|Commenti disabilitati su LinkendIn introduce nuovi strumenti per lo smartworking