CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

La stampa 3D a servizio dei Beni Culturali

  • stampante 3d beni culturali

La stampa 3D a servizio dei Beni Culturali

Le potenzialità della stampa 3D sono state sfruttate con successo in nuovo settore molto caro alla nostra penisola, i Beni Culturali. Grazie a questa tecnologia innovativa la salvaguardia del patrimonio artistico ha fatto passi da gigante. Mediante l’utilizzo di stampanti 3D in grado di rendere al meglio i più piccoli dettagli è stato possibile riportare all’antico splendore molte opere d’arte.

La stampante 3D Formlabs Form 2 ha reso possibile a Mattia Marcante, restauratore di beni culturali, il restauro di opere di scultori rinascimentali come Michelangelo e Leonardo Da Vinci. Ronny Meijers e Vivianne Veenemans sono invece ricorsi alla tecnologia dell’additive manufacturing per ripristinare un antico casco risalente all’epoca romana. Una volta scansionate le parti ancora esistenti, sulla base della loro immagine speculare, è stata modellata la parte mancante. Altra opera famosa per essere stata riportata alla bellezza originaria dalla stampa 3D è la “Danzatrice” di Canova, che dopo essere stata mutilata dalle granate della Grande Guerra, ha ora riacquistato le braccia. Gli arti sono stati realizzati partendo dalla statua in gesso originale della “Danzatrice con i cembali” realizzata da Canova nel 1812 di cui la “Danzatrice” è la trasposizione in marmo.

Un’ulteriore possibilità che la stampa tridimensionale offre ai musei è la creazione di archivi digitali in 3D. Il museo più all’avanguardia in questo settore è lo Smithsonian Museum di Washington, che ha creato un archivio digitale in 3D dei propri manufatti storici.Il museo ha inoltre sviluppato lo Smithsonian’s X 3D Explorer web portal, attraverso il quale è possibile non solo osservare i modelli 3D dei reperti ma anche, previa registrazione, scaricare le immagini per uso personale o didattico.
Le innovazioni rese possibili dalle tecnologie di stampa 3D sono dunque numerose e coinvolgono molti settori, dai beni culturali a quello medico, odontoiatrico, dell’architettura, orafo dove sono fondamentali la cura del dettaglio, la qualità della resa finale, la possibilità di utilizzare materiali speciali unite a tempi e costi ridotti.

NOA-New Office Automation offre delle soluzioni adatte sia alla grande che alla piccola industria: per avere maggiori informazioni sul tema della stampa 3D o per valutare insieme ad un esperto le possibilità che meglio si adattano alla tua azienda contattaci al numero  +02 66 169 324 o invia una email a info@noa3d.it.

By | 2018-07-31T14:35:35+00:00 lunedì 30 luglio 2018|News|Commenti disabilitati su La stampa 3D a servizio dei Beni Culturali