CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

[recaptcha]

Due nuovi attacchi hacker: G Data Total Control Business ti tutela

Due nuovi attacchi hacker: G Data Total Control Business ti tutela

Ancora due attacchi hacker diretti all’Italia. Il primo è stato identificato col nome in codice Sload-Ita, il secondo è stato chiamato DanaBot. Le caselle email potrebbero essere gli obiettivi principali, anche se non esclusivi. Pirati informatici organizzati in associazioni criminali (forse di matrice russa) agirebbero usando schemi simili ad attacchi lanciati già in precedenza. La modalità d’azione è il consueto mal-spam, un messaggio inviato ad indirizzi di posta elettronica contenente un file nascosto, che, se aperto, fornisce l’accesso ai nostri computer.

Il CERT-PA, che ha il compito di supportare le pubbliche amministrazioni nella prevenzione e nella risposta agli incidenti di sicurezza informatica, spiega che il trojan scaricato quando vengono aperti gli allegati consente di condurre cyber attacchi di vario tipo: dal man-in-the-browser, per intercettare e alterare la navigazione internet dell’utente, a quelli rivolti a sottrarre credenziali e password. Dalle analisi effettuate è emerso che la campagna per veicolare questi trojan in Italia ha avuto inizio il 10 novembre, con un picco massimo di download registrato nei giorni compresi tra il 19 e il 24 del mese.

Come proteggersi, quindi? Gli esperti di sicurezza informatica, che studiano questi fenomeni, suggeriscono agli utenti del web di prestare massima attenzione all’oggetto delle mail ricevute, ed in special modo, in questi giorni, a frasi sul modello “Nome_della_compagnia_bersaglio” e “Emissione fattura”. Al momento, la mail incriminata (con indirizzi mail creati ad hoc per apparire affidabili) riesce a passare attraverso i filtri antivirus della maggior parte delle caselle di posta elettronica, e il continuo download di file infetti sempre diversi riduce anche l’efficacia di una scansione antivirus locale sul PC già infetto.

G DATA Total Control Business verifica lo stato operativo dei sistemi e notifica in tempo reale eventuali disservizi o comportamenti anomali delle macchine (che si tratti di client, server o periferiche). Questo può essere estremamente efficace al fine di individuare eventuali mail sospette che sfuggono a un normale antivirus o, in casi estremi, la presenza di malware. Grazie alla correlazione automatica delle informazioni rilevate dalla suite, presentate attraverso una dashboard  intuitiva, l’IT Manager dispone di tutti gli strumenti per decidere immediatamente quali misure adottare per tutelare e gestire al meglio l’infrastruttura.

Per aver maggiori informazioni in merito a G DATA e alle soluzioni di sicurezza proposte da NOA, il nostro specialista ICT&Software Solution risponde al numero +39 3456829003, in alternativa puoi richiedere una consulenza personalizzata gratuita scrivendoci via Whatsapp al n. +393357240393 o via mail all’indirizzo noa.sw.support@noa.it. Per approfondire l’argomento e avere informazioni più dettagliate visita la sezione dedicata del sito.

By | 2018-12-11T12:22:34+01:00 martedì 11 Dicembre 2018|News|Commenti disabilitati su Due nuovi attacchi hacker: G Data Total Control Business ti tutela