Warning: Declaration of AMW_Related_Sub_Items_Walker::walk($elements, $max_depth) should be compatible with Walker::walk($elements, $max_depth, ...$args) in /home/noa45244/public_html/wp-content/plugins/advanced-menu-widget/class-advanced-menu-walker.php on line 0
Tra artigianato ed edilizia: le innovazioni della stampa 3D | Noa

CONTATTACI

Ho letto e accetto l'informativa ai sensi del D.lgs. 196/2003

[recaptcha]

Tra artigianato ed edilizia: le innovazioni della stampa 3D

Tra artigianato ed edilizia: le innovazioni della stampa 3D

La stampa 3D ormai non è più una novità, il brevetto per questa tecnologia risale infatti al 1985. Negli ultimi anni però si è verificato un vero e proprio boom di ricorso alle tecniche di additive manufacturing, sono stati resi disponibilidisponibili nuovi materiali e tecnologie che hanno velocizzato e semplificato le fasi di ideazione, prototipazione e messa sul mercato dei prodotti. Queste nuove tecniche di produzione possono essere sfruttate in ogni campo: medicina, artigianato ed edilizia risultano essere attualmente i settori maggiormente coinvolti.

Gli artigiani hanno la possibilità di creare rapidamente i loro manufatti, elaborandone il modello e poi stampandolo direttamente in 3D. I macchinari che vengono utilizzati sono così diversi per dimensioni e tecnologia che possono rispondere a qualsiasi esigenza, rispettando dimensioni, forme, colori e volumi del progetto iniziale. In questo modo, è possibile produrre più elementi uguali, ma anche personalizzare i singoli oggetti per meglio adattarli ai desideri del cliente. I prezzi e i tempi sono notevolmente ridotti rispetto alla produzione manuale, specialmente per quanto riguarda oggetti di piccole dimensioni; è possibile, inoltre, avvalersi di geometrie complesse, ottenute solitamente con tempi molto lunghi e difficili da progettare con le macchine tradizionali. Le singole parti dei prodotti artigianali vengono così montate e consolidate in un’unica unità, eliminando i tempi di assemblaggio.
La possibilità di stampare parti di ricambio ormai fuori produzione consente anche di risolvere le problematiche riguardo l’obsolescenza di alcuni macchinari e oggetti che in caso contrario non potrebbero essere più utilizzati.

Nel settore edile, invece, i professionisti si trovano davanti a due opportunità innovative offerte dalla stampa 3D: lo sviluppo di nuovi materiali e la costruzione di unità abitative con tempistiche di realizzazione estremamente contenute.
Per quanto riguarda la prima possibilità, si è assistito al sempre maggiore utilizzo della bioplastica, stampata a partire da materiali vegetali e per questo altamente riciclabile. Con la seconda opzione è possibile ridurre notevolmente i tempi di produzione e assemblaggio, richiedendo l’intervento della manodopera in misura minore, abbattendo così i costi. Tali scenari rendono questa modalità di costruzione ideale per fornire il prima possibile abitazioni alle persone che hanno perso la propria casa in seguito a calamità naturali.
È inoltre possibile realizzare modelli in scala perfettamente rispondenti al progetto, allo scopo di mostrarli al cliente in modo chiaro e apportare le eventuali modifiche necessarie. Le più moderne e grandi stampanti 3D consentono di costruire palazzi fino a 80 metri di altezza, corrispondenti circa a sei piani.

NOA-New Office Automation offre delle soluzioni adatte sia alla grande che alla piccola industria: per avere maggiori informazioni sul tema della stampa 3D o per valutare insieme ad un esperto le possibilità che meglio si adattano alla tua azienda contattaci al numero  +02 66 169 324 o invia una email a info@noa3d.it.

By | 2018-12-27T14:33:12+01:00 mercoledì 26 Dicembre 2018|News|Commenti disabilitati su Tra artigianato ed edilizia: le innovazioni della stampa 3D